Dior: il Savoir-Faire del body in maglia

138

Vero e proprio quadro da indossare, il body in maglia immaginato da Maria Grazia Chiuri per la collezione primavera-estate 2018 si ispira a un’opera di Niki de Saint Phalle.

Dior il Savoir-Faire del body in maglia

Dietro questa creazione in maglia si nasconde la storia di molte donne. Quella di Niki de Saint Phalle, artista femminista e fonte di ispirazione della collezione primavera-estate 2018, quella di Maria Grazia Chiuri che ha immaginato questo body e infine quella di cinque stiliste appassionate che l’hanno realizzata in un atelier familiare situato nell’entroterra veneziano.

Hanno adornato e ricamato con destrezza il capo seguendo un cartamodello che riproduce in modo identico l’opera di Niki de Saint Phalle. Composto da ventisette motivi e realizzato in lana verde, fucsia, nera, gialla ed ecru, questo body in maglia richiede oltre ventiquattro ore di lavoro artigianale.

Dior il Savoir-Faire del body in maglia

Ognuna di queste stiliste si è occupata di un motivo particolare. Realizzati su supporti in movimento, che richiedono numerosi ritocchi, questi disegni vengono poi assemblati attorno a una rete i cui punti sono stati pensati per sposare alla perfezione le curve femminili.