Meno atelier e largo ai giovani: si alza il sipario su AltaRoma

95

AltaRoma alle grandi manovre. Avanti tutta sui giovani.

Ai nastri di partenza la nuova edizione di AltaRoma, la rassegna dedicata alla couture internazionale e alle giovani leve della moda che aprirà i battenti a Roma giovedì 26 gennaio.

Al timone della rassegna resta Silvia Venturini Fendi, da sette anni presidente di AltaRoma, che anche quest’anno ha voluto confermare il ruolo della manifestazione, quello di piattaforma dedicata ai talenti emergenti.

Secondo il programma sono 19 le sfilate in calendario. I nomi noti dell’Alta moda capitolina come Renato Balestra e Gattinoni si affiancano ai new designer, molti dei quali lanciati nel corso degli anni da Who Is On Next?, il progetto di scouting di AltaRoma in collaborazione con Vogue Italia.

Aprono il calendario le sfilate di Greta Boldini e Marianna Cimini che inaugurano la nuova location della rassegna, il Guido Reni district.

Tra gli eventi clou ritorna anche per questa edizione New designer at Coin Excelsior con una performance di Giannico, vincitore di Who is on next? 2016 e No’ Ka oi con l’ultima collezione sportychic.

Sulle passerelle saliranno tra gli altri anche Brognano, Melampo. Giada Curti, Morfosis, Camaiani, Sabrina Persechino, il libanese Rani Zakhem. Confermati la sfilata collettiva di Portugal Fashion e il concorso organizzato da Cna Federmoda che lascia Riccione per la capitale e si chiamerà Rmi-Ricerca Moda Innovazione.

Farà parte del programma di AltaRoma anche Chiara Boni che inaugura la sua prima boutique Chiara Boni-La petite robe in via del Babuino 141/142 nella serata di sabato 28 gennaio.