Paris Fashion Week: nel nome di Balenciaga

231

Demna Gvasalia rende omaggio ai 100 anni di Balenciaga e rielabora gli archivi della storica maison con pezzi riconoscibili di haute couture

Paris Fashion Week: nel nome di Balenciaga

Heritage narrativo e sguardi couture gloriosi rimaneggiati da Demna Gvasalia, direttore creativo della maison Balenciaga, per la sua ultima collezione parigina autunno inverno 2017-18.

In coincidenza con il centenario del marchio, la stilista recupera l’eredità dagli archivi, mostrando alcuni dei più riconoscibili elementi haute couture dello storico marchio.

La collezione è influenzata da lookbooks Old School. Gvasalia si è ispirata a foto inedite di haute couture di Cristóbal Balenciaga – uno tra i più influenti couturier del Novecento – le cui silhouette non esaltavano le linee della femminilità, ma cercavano forme nuove audaci.

La spensieratezza dei Coats apre lo show. Balenciaga ha dato un nuovo significato al cappotto. Le plackets erano di traverso, pezzi di tessuto gettati sulle spalle delle modelle per evocare lo spirito di un work in progress. C’erano specchietti retrovisori proposti come pochette e giacche da motocross, riferimento allo stile dell’era Nicolas Ghesquière della casa.

Abiti a base di bozzetti originali di Cristobal Balenciaga, ripensati oggi in tessuti moderni, saranno resi-to-order per celebrare il centenario del marchio.

Una collezione potente. Gvasalia ha una comprensione istintiva delle sagome per le quali la casa è famosa, la sua abilità di forma-making e la sua ossessione per la forma sembrano totalmente in sintonia con il proposito originale di Balenciaga: per sfidare e esplorare nuovi modi di lavorare con il guardaroba.

Eleganza come severità e azzardo.

Credits: © Courtesy of Balenciaga PR