Undressed, Mario Testino

400

Pubblicato da Taschen in occasione della mostra realizzata appositamente per la Helmut Newton Foundation a Berlino, Undressed guarda al corpo spogliato, nudo davanti all’obiettivo.

Mario Testino, Vogue Paris, Paris, 2001 © Mario Testino
Mario Testino, Vogue Paris, Paris, 2001 © Mario Testino

Con Undressed Mario Testino lascia cadere ogni velo. Pubblicato in occasione della mostra realizzata appositamente per l’Helmut Newton Foundation a Berlino, questa raccolta intima indaga la tematica del corpo spogliato che emerge nella fotografia, mettendo a nudo l’archivio di Testino e spiando oltre l’affermata immagine pubblica del fotografo per rivelarne un’analisi approfondita del suo operato e delle sue creazioni.

Le 50 fotografie presentate nel volume pubblicato da Taschen, si soffermano sul corpo nudo ed esplorano, talvolta spingendosi oltre, le tradizioni e i confini del sesso, l’identità di genere e la moda. Rendendo omaggio all’influenza di Helmut Newton, le immagini diventano paesaggi astratti di corpi.

Molte di queste fotografie sono state scattate per pubblicazioni che vantano la collaborazione con Helmut Newton stesso, tra cui molte edizioni di Vogue e il calendario Pirelli.

L’opera, inoltre, offre una rarità, ovvero le fotografie inedite realizzate nello studio di Testino, dove un’atmosfera esuberante si mescola al tacito fremito dei corpi nudi e i giocosi intrecci d’amore non scivolano mai nel volgare.

Testino mette in campo una formazione variegata, dalle super modelle di fama mondiale, come Kate Moss e Amber Valletta, a uomini androgini e sconosciuti, dai ritratti personali, fino agli scatti di gruppo con modelli dello stesso sesso. Osserviamo diversi momenti di intimità, alcuni rubati con disinvoltura, altri orchestrati con precisione.

Molti scatti sono interpretati come una ridefinizione del canone maschile, così come Newton modellò il proprio marchio di bellezza femminile.

Con questo incontro di estetica e corpi, Testino getta una nuova luce sulle sue celebri opere. Le immagini sono affiancate da un’introduzione del curatore Matthias Harder ed il contributo sincero e colloquiale di Carine Roitfeld.

“Un omaggio all’uomo che con la libertà delle sue immagini mi ha insegnato a essere me stesso” — Mario Testino.

Exhibition
June 03 – November 19, 2017
Mario Testino. Undressed
Helmut Newton Foundation at the Museum of Photography
Jebensstraße 2, 10623 Berlin, Germany