Buon Compleanno Baby Dior!

111

Nel 1967, esattamente cinquant’anni fa, è stata inaugurata la prima boutique Baby Dior, alla presenza di S.A.S. Grace di Monaco. Torniamo sulla storia di questa linea che rivisita lo spirito della Maison a misura di bambino, e di cui la Direttrice della Creazione Cordelia de Castellane perpetua oggi la tradizione.

BUON COMPLEANNO BABY DIOR!
© Rue des Archives AGIP

È a Granville, in Normandia, in una villa arroccata in cima a una scogliera, di fronte al mare, che Christian Dior ha sviluppato il suo senso del meraviglioso. In questo contesto, la sua infanzia è stata segnata dalle Fiabe di Charles Perrault, illustrate da Gustave Doré e ritmata dai balli in maschera, dalle feste dei fiori e dai carnevali.

Divenuto stilista, Christian Dior non ha mai smesso di trarre ispirazione dai suoi ricordi d’infanzia. Perciò, per fare piacere alle tre figlie del suo amico Pierre Colle non esita a dare sfogo alla sua inventiva. Per il Natale del 1949, regala alle bambine delle creazioni New Look in miniatura per le loro bambole. Inoltre, crea un corredo completo per un bambolotto. Quello che per Christian Dior era un semplice divertimento, diverrà poco a poco un’attività riservata agli eventi più eccezionali, quali cerimonie di battesimo o matrimonio.
Marc Bohan, l’allora Direttore Artistico delle collezioni donna della Maison, adatta alcune delle sue creazioni per le bambine. Ed ecco che il 1° ottobre 1961, a Londra, Elizabeth Taylor e sua figlia fanno un’apparizione pubblica con indosso due cappotti viola bordati di visone firmati Dior. Sono le prime timide avvisaglie di Baby Dior.

Bisognerà aspettare fino al 1967 prima che Marc Bohan inauguri la prima boutique Baby Dior al numero 28 di Avenue Montaigne, a pochi passi dallo storico indirizzo della Maison, alla presenza di S.A.S. la principessa Grace de Monaco. Al ritmo di due collezioni all’anno e di ordini esclusivi, Marc Bohan crea un incantevole guardaroba per l’infanzia, composto da abiti con volant, tute in flanella, mini cravatte, pigiami con abbottonatura laterale, foulard e scarpe con le iniziali CD ricamate.

Nel 2012, Cordelia de Castellane è nominata Direttrice della Creazione di Baby Dior. Nel suo ruolo, considera di grande importanza trovare ispirazione negli archivi della Maison e fa di Christian Dior il protagonista delle sue storie fantastiche. Stagione dopo stagione, si immerge nei ricordi, negli aneddoti e nelle passioni dello stilista per immaginare delle collezioni che si rifanno ai suoi amici artisti, come ad esempio Jean Cocteau, agli impressionisti, ai balli o ancora al castello di Versailles. Come Christian Dior a suo tempo, la creatrice aggiunge un tocco di umorismo ai suoi modelli e dà loro un nome uno ad uno. Le piace anche far propri i codici della Maison, come il motivo Cannage e il colore rosa, per mescolarli a materiali e a colori inediti.

Le collezioni Baby Dior sono moderne, innovative e realizzate con splendidi materiali, senza per questo perdere la nozione primordiale di comfort. Ed è così che, cinquant’anni dopo, la tradizione di Baby Dior è perpetuata da Cordelia de Castellane che disegna collezioni realizzate negli stessi atelier situati a Redon, in Bretagna.