World Of Fashion. Crocevia di un incontro ∙ AltaRoma

89

Grande successo alla 21^ edizione del World of Fashion a Palazzo Brancaccio, nel calendario ufficiale di ALTAROMA. Sei stilisti presenti: Addy Van Den Krommenacker, Marcela De Cala, Azzurra Di Lorenzo, Ruiji by Raja El Rayes, Giorgia Lingerie, Marina Corazziari Gioielli.

World Of Fashion. Crocevia di un incontro ∙ AltaRoma
Collezione Marcela De Cala

Si è tenuta nella magnifica cornice di Palazzo Brancaccio la 21^ edizione del WORLD Of FASHION. Crocevia di un incontro, ideato e diretto da Nino Graziano Luca.

A sfilare quest’anno sono state le magnifiche creazioni realizzate da importanti stilisti provenienti da tutto il mondo.

Tra i presenti in questa edizione del World Of Fashion: Addy Van Den Krommenacker (Olanda)

lo stilista delle celebrities che ha presentato la collezione Out of Africa che trasuda safari, rievoca leopardi, fiori africani selvatici e nuove stampe, combinati con la femminilità e i ricchi tessuti che lo hanno reso celebre. Le stampe sviluppate da Addy sono diventati negli ultimi anni una parte fondamentale del successo della collezione.

Marcela De Cala (Spagna)

realizza abiti da sposa di lusso, disponibili in numerose boutique di moda in tutto il mondo. Usa i migliori tessuti di pizzo e seta per design raffinati che esaltano la semplicità e l’eleganza. Magnifici abiti immaginati per la sposa che vuole stupire e stupirsi nel giorno più importante della sua vita.

World Of Fashion. Crocevia di un incontro ∙ AltaRoma
Collezione Marcela De Cala

Azzurra Di Lorenzo

giovane stilista votata alla riscoperta della femminilità misurata e mai ostentata. Attualizzare l’eleganza, rispolverare un fascino sofisticato in grado di coinvolgere le clienti più giovani: questa è la nuova sfida in cui si sta impegnando Azzurra Di Lorenzo nel passare dalla “creazione su misura” alla produzione su ampia scala. Testimonial della sua collezione, l’attrice Milena Miconi.

Rujji by Raja El Rayes (Libia).

I suoi disegni hanno origine a Tripoli e riflettono più largamente la storia libica, l’orgoglio della sua patria, coniugano passato e presente del suo paese come nella collezione passata dedicata al sito Patrimonio dell’Umanità Unesco di Tadrart Acacus. I tessuti da lei usati presentano ricchi ricami, con pietre preziose. Abiti con l’etichetta “Made in Libia” che era una cosa a lungo sognata da Raja che da sempre desidera che la gente di tutto il mondo possa comprare vestiti fatti in Libia. Quest’anno, inoltre, sono state introdotte per la prima volta al World Of Fashion, delle splendide creazioni maschili, indossate da quattro attori d’eccezione: Maurizio Matteo Merli; Gilles Rocca; Giuseppe Panebianco e Ballde Bassirou.

Giorgia Lingerie, (Italia)

nasce con un concetto di lingerie un po’ fuori dagli schemi. Colore predominante è l’oro, un colore caldo, solare, energico che si abbina alle tinte soft, presenti nella collezione.

Marina Corazziari Gioielli (Italia)

Il suo stile eclettico mediterraneo fonde il neo-etnico con il liberty, il barocco con il post-industriale…. Bagliori d’oriente e design occidentale si incontrano nei suoi preziosi monili. Gli astratti simbolismi bizantini e le tessiture intreccio tipiche delle aree stilistiche dell’africa nera si fondono con elegante maestria nei suoi gioielli. Intere parure realizzate con coralli, turchesi, topazi e avorio, acquemarine e topazi azzurri, giade ed ambre incastonate in lastre d’argento e d’oro per celebrare linee e colori del mediterraneo multiculturale…

World Of Fashion. Crocevia di un incontro ∙ AltaRoma
Collezione Addy Van Den Krommenacker

Il World of Fashion è uno gli appuntamenti più seguiti e attesi del Calendario Ufficiale di Altaroma con oltre cinquecento ospiti che assistono mediamente all’evento ideato e diretto da Nino Graziano Luca.

Personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo, ambasciatori, giornalisti, buyer, imprenditori ed esponenti della nobiltà per una passerella d’eccezione che fa della moda un catalizzatore di costumi, usanze, tradizioni e ideali.

«Il World of Fashion – ha commentato Nino Graziano Luca – lancia un messaggio di speranza: il dialogo tra le culture è possibile se si usano linguaggi della moda e più in generale delle arti». Una filosofia confermata dal backstage alla scena. Dalla perfetta interazione tra gli stilisti all’atmosfera in platea.

Credits: © Courtesy of Licia Gargiulo Ufficio Stampa