Torino Fashion Week si trasforma in digital grazie ad una Web APP

180

Torino Fashion Week 2020: L’evento DIGITAL di sfilate, B2B, talk e workshop. Tutto in una Web App per connettere la moda emergente nel mondo.

Torino Fashion Week DIGITAL - Rinascente

Sfilate in streaming presso la Rinascente di Via Luigi Lagrange 15 a Torino, talk on line con prestigiosi speakers internazionali del settore moda, 4 giorni di B2B (5-8 ottobre), e-commerce per i fashion designers e un’importante partnership con CBI Camera Buyer Italia: la quinta edizione della Torino Fashion Week si trasforma in digital grazie ad una Web APP innovativa che propone i diversi incontri e connette i protagonisti dell’evento, i buyers e i viewers in ogni parte del mondo.

Con Torino Fashion Week 2020 nasce quindi un HUB della moda emergente e si delinea il nuovo futuro del fashion show.

L’evento digital sarà in live streaming dal 3 al 9 ottobre alle ore 21 e garantirà la spettacolarizzazione della moda grazie alle sfilate serali che si terranno a porte chiuse presso la Rinascente di Torino e che avranno per protagonisti i fashion designer torinesi, italiani e internazionali.

Il 9 ottobre alle ore 21 verrà consegnato il Torino Fashion Week Award by Rinascente, CNA Federmoda, Banca Cooperativa di Cherasco BCC. Special guest della serata conclusiva sarà Gerardo Orlando, che dopo aver lavorato per Mario Valentino, Romeo Gigli e Ferragamo ha fondato l’omonimo brand affermato in Cina e in Europa e presente in diverse Fashion Week internazionali. Sempre il 9 ottobre gli store torinesi Mondo e Hangover selezioneranno designer emergenti che potranno esporre all’interno dei loro prestigiosi showroom rispettivamente per 1 mese e per 2 mesi. Per la moda inclusiva sfileranno invece le borse create dalle studentesse dell’Accademia Italiana di Moda e Couture di Torino per U.I.L.D.M. (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare): bags raffinate e pratiche pensate per donne con difficoltà motorie.

Grazie all’APP i viewers – ovvero il pubblico, i buyers e gli operatori del settore – potranno seguire sia le sfilate sia la consegna del premio, entrare virtualmente nel backstage e conoscere gli stilisti emergenti, i designer internazionali e i marchi di nicchia attraverso le interviste.

Nuova, veloce e facile da utilizzare, la Web APP include una ricca sezione e-commerce in cui i consumatori avranno la possibilità di acquistare online i capi dei fashion designers emergenti, mentre i buyers e i rivenditori potranno ordinare gli outfit della nuova stagione ed avranno tutta una serie di servizi dedicati.

Naturalmente non mancherà l’anima business del format che garantirà 4 giorni di webinar destinati alle PMI, alle start up e agli imprenditori del settore tessile e fashion e una serie di incontri internazionali online dedicati al B2B e organizzati tramite la piattaforma b2match.

Come ogni anno si terrà infatti il Torino Fashion Match (5-8 ottobre) organizzato da Unioncamere Piemonte nell’ambito della rete Enterprise Europe Network e del Sector Group Textile and Fashion di cui l’ente è partner. La rete EEN, creata dalla Commissione Europea per supportare l’attività imprenditoriale e la crescita delle imprese europee, in particolare delle PMI, si articola in circa 600 punti di contatto organizzati in consorzi dislocati in oltre 50 Paesi.

A conferma del successo del B2B Torino Fashion Match, nel 2019 l’evento ha ricevuto il premio come miglior Best Practice tra tutte le attività di B2B svolte nell’ambito dei 17 Sector Groups della rete EEN. La Commissione Europea e la sua Agenzia per le Piccole e Medie Imprese lo hanno premiato per l’impatto innovativo, per la visibilità mediatica che offre alle imprese e alla rete stessa e per il potenziale di networking che genera favorendo la nascita di collaborazioni internazionali.

Il Covid-19 ha segnato una metamorfosi nel sistema moda” sottolinea Claudio Azzolini founder della Torino Fashion Week, che aggiunge: “Il nuovo format segue coerentemente le sue idee primordiali e si adatta ai cambiamenti e all’innovazione per favorire un modello sostenibile nel comparto moda. Pur sperando di poter ridare in futuro una parte di show, la TFW prosegue digitalizzando l’evento e creando una piattaforma online che offrirà agli utenti l’accesso a interviste, webinars e sfilate digitali di brands emergenti che provengono da tutto il mondo.

Grazie all’accordo siglato tra TModa, Unioncamere Piemonte e Camera Buyer Italia, inoltre, CBI offre il suo patrocinio ed è presente al B2B Torino Fashion Match con alcuni prestigiosi buyers per effettuare meeting sia in presenza sia virtuali. Un’opportunità unica per i partecipanti alla TFW 2020”.

Torino Fashion Week è organizzata dalla società TModa s.r.l.; i partner istituzionali sono Unioncamere Piemonte, Camera di commercio di Torino, Commissione Europea, Entreprise Europe Network (rete europea a sostegno delle PMI cofinanziata dalla Commissione europea), CNA, Slow Fashion. Tra i partner non istituzionali Rinascente, Banca Cooperativa di Cherasco BCC, AICM Torino, U.I.L.D.M., Mondo, Hangover, Q-easy e Dott, una startup che punta sulla sostenibilità ed offre un servizio di monopattini elettrici in sharing per aiutare le città europee a creare centri liberi da automobili e inquinamento. Il casting e le sfilate sono curate da Fashion Team, il maquillage da GV Make up Academy supported by Kryolan e l’hairstyling da GV Make up Academy in collaborazione con Luigi Silvestro di Giovio&Silvestro parrucchieri.

Inserito tra le fashion week mondiali dagli operatori del settore, TFW è un evento indipendente e innovativo rivolto a marchi emergenti, giovani stilisti e piccole e medie imprese di moda.

La vocazione internazionale della TFW – che tuttavia non sottovaluta l’importanza dei talenti del territorio e nazionali – è confermata dalla capacità di richiamare aziende, marchi, buyers e stilisti da tutto il mondo grazie alla collaborazione con enti locali e stranieri per offrire ai fashion designer una vetrina internazionale. Dal 2016 ad oggi i brand provenienti da tutto il mondo prendono parte a questo appuntamento che unisce 7 giorni di sfilate internazionali, conferenze e workshop con relatori di ogni continente ed una serie di incontri bilaterali (B2B) tra aziende acquirenti ed esperti del settore internazionali.

Il format è promosso a livello mondiale grazie alla collaborazione con la rete Enterprise Europe Network (EEN), la più importante rete europea, cofinanziata dalla Commissione Europea, a supporto delle piccole medie imprese attraverso servizi volti all’innovazione e all’internazionalizzazione. La rete EEN è diffusa ovunque con oltre 600 punti di contatto per facilitare la crescita e la competitività delle imprese che desiderano innovare e crescere a livello internazionale. L’ampio e così grande richiamo che l’evento ha avuto in 4 anni ha consolidato la forza del format favorendo un’esponenziale crescita soprattutto a livello globale.

Questa è la nuova generazione di sfilate dedicate agli emergenti, alle piccole e medie imprese e a tutti i nuovi marchi che desiderano essere notati, che vogliono affermarsi e che sono sempre più orientati alla sostenibilità prestando maggiore attenzione alla qualità e ai contenuti reali piuttosto che all’ornamento.

La TFW rappresenta sicuramente il futuro sostenibile e giovane, un nuovo modo di intendere la spettacolarizzazione della moda.

Evidenzia Claudio Azzolini: “Siamo orgogliosi di essere altro rispetto alle già ben note Fashion Week. Desideriamo soprattutto dare voce a tutti i talentuosi designer e alle aziende di tutto il mondo, invitandoli a partecipare ad una settimana straordinaria ricca di contenuti e contatti stimolanti! Il nostro obiettivo è scovare in ogni singolo angolo di mondo nuovi brands ed emergenti che desiderano davvero essere notati. Il futuro delle sfilate è cambiato. Come tutto quello che ci circonda. E come molte cose anche il settore del tessile/fashion sarà sempre più digitale. La visione innovativa è sempre stata l’anima della Torino Fashion Week che fin da subito si è voluta distanziare dai metodi tradizionali di concepire le sfilate. Ma oggi diventa per tutti un imperativo. Gli stessi stilisti si stanno finalmente rendendo conto che il ritmo di un tempo, insostenibile, ad oggi diventa quasi imbarazzante. Non si può più correre per produrre di più e più in fretta. La pandemia che ci ha travolto, togliendoci molte cose, forse ci ha ridato il senso del tempo e di ciò che è davvero importante, oltre ad una maggiore attenzione verso la qualità di ciò che conta. Anche nel lavoro”.

3-9 ottobre 2020 – RINASCENTE Torino

Credits: © Courtesy of Ufficio stampa Torino Fashion Week